Macchine per elettroerosione a filo

Produttore

Tipo di vendita

Stato del macchinario

Ubicazione

Macchine per elettroerosione a filo

1 macchinari trovati
Ordina per
Nome
Nome
Ubicazione
Ubicazione
Numero di offerte
Numero di offerte
Offerta corrente
Offerta corrente
Chiusura
Chiusura
Visualizza:
 
macchinari / pagina
HUBER-EXCETEK V 650 R Elettroerosione a filo
Olching
su richiesta
in qualsiasi momento
Scopri nuove offerte in questa categoria direttamente via e-mail.

Macchine per elettroerosione a filo usate all'asta su Surplex a prezzi competitivi

Indice

  1. Macchina per elettroerosione a filo
  2. Creazione con elettroerosione a filo
  3. Elettroerosione a filo: funzionamento
  4. Volume di produzione
  5. Marche e produttori di macchine per elettroerosione a filo
Macchina per elettroerosione a filo usata - Vista frontale
Visuale frontale

Macchina per elettroerosione a filo

Una macchina per elettroerosione a filo è una macchina industriale, che permette di tagliare in modo preciso forme e strutture di lamiere metalliche. Essa viene usata per stampi per estrusione e iniettofusione, maschere di profilo e matrici. La produzione di massa moderna nel campo della formatura del metallo e dei prodotti di plastica non sarebbe possibile senza una macchina per elettroerosione.

  • Taglio o profilatura tramite filo conduttore
  • Utilizzata per lavorazioni metalliche e plastiche
  • Richiede alta specializzazione
check1 Qualità  check2  Grandi offerte  check3  Assistenza diretta

Creazione con elettroerosione a filo

Sin dalla scoperta dell'elettricità è risaputo che le scintille lasciano segni sulle superfici metalliche. Solo nel 1770, tuttavia, l'effetto erosivo degli archi elettrici è stato accuratamente esaminato da parte dello scienziato inglese Joseph Priestley. Ci sono voluti oltre 170 anni, affinché si arrivasse all'idea di sfruttare questa scoperta. I fratelli e gli scienziati russi B.R. e N.I. Lazarenko hanno studiato la lavorazione delle superfici metalliche per mezzo di archi elettrici, e la risultante elettroerosione a filo. Essi hanno sviluppato anche i principi tecnologici per il successivo sfruttamento della tecnica. La prima macchina utensile dotata di sistema di elettroerosione è stata immessa sul mercato nel 1969, e da allora è diventata parte integrante dell'assortimento macchine delle aziende produttrici di utensili.

VIDEO: Elettroerosione a filo

Elettroerosione a filo: funzionamento

Il principio di erosione è praticamente il processo inverso della saldatura ad apporto. Il materiale non viene applicato sul pezzo in lavorazione, ma al contrario, viene asportato per mezzo di un filo e una forte corrente. L'asportazione avviene tramite un'evaporazione elettrica. La scintilla risultante, visivamente spettacolare, è irrilevante per la precisione della lavorazione sulla superficie.

Il filo di elettroerosione e il pezzo in lavorazione vengono caricati in modo diverso. L'asportazione di materiale viene effettuata nel punto in cui vi è la minor distanza tra catodo e anodo; in tal modo, è possibile ottenere contorni estremamente precisi. Per evitare danni legati alla combustione del filo e del pezzo in lavorazione, il processo di erosione avviene in una sostanza conduttrice allo stato liquido. La produzione di pezzi soggetti a elettroerosione richiede diversi anni di istruzione professionale o una formazione interna completa, ed esperienza. Pertanto, il lavoro con una macchina per elettroerosione è riservato esclusivamente ai professionisti.

Volume di produzione

Il filo per elettroerosione può essere fissato a una testa 5 assi.
Macchina per elettroerosione a filo usata - Area di controllo
Postazione di controllo
Questo permette di elettroerodere forme altamente complesse. Allo stesso modo, è diventato possibile realizzare prodotti tecnicamente sofisticati in serie. Nonostante la notevole complessità e la necessità di un'alta formazione, le fabbricazione è più economica se effettuata con macchine per elettroerosione, piuttosto che con frese a CNC. Ciò è possibile in quanto il processo di asportazione del materiale avviene senza contatto. Gli utensili di lavorazione, e perfino il filo stesso, non subiscono usura durante l'operazione per elettroerosione. Inoltre, grazie al metodo senza contatto, la lavorabilità del pezzo è indipendentemente dalle sue proprietà, in particolare dalla sua durezza.
Il particolare processo di lavorazione che li contraddistingue, permette a questi dispositivi di mantenere inalterata nel tempo la propria qualità di lavorazione, rendendo le macchine per elettroerosioni a filo usate particolarmente ricercate da tutti i professionisti che intendono aprire una nuova attività ma dispongono di un budget contenuto o anche quelli che si trovano nel settore da molti anni ma che semplicemente necessitano di effettuare una sostituzione o un aggiornamento degli utensili da lavoro della propria officina.

Marche e produttori di macchine per elettroerosione a filo

I produttori più famosi di macchine per elettroerosione a filo sono FANUC, AGIE-CHARMILLES e MITSUBISHI. Per chi fosse quindi alla ricerca di una macchina per elettroerosione a filo usata può trovare soluzioni di ogni tipo presso il nostro Marketplace online dei macchinari usati.


Macchina per elettroerosione di seconda mano
Torna su