Macchine per elettroerosione a tuffo usate

8
Erosione precisa con archi elettrici
Categorie
Azzerare i filtri Mostra gli articoli
Mostra sulla mappa Visualizza
Macchina per elettroerosione a tuffo AEG ELOTHERM ELBOMAT M1
shape
Macchina per elettroerosione a tuffo MITSUBISHI MV 2400 R
shape
Macchina per elettroerosione a tuffo OPS INGERSOLL Gantry 4000
shape
Macchina per elettroerosione a tuffo OPS INGERSOLL Gantry 4000
shape
Macchina per elettroerosione a tuffo ONA NX3F
shape
Eseguire
Macchina per elettroerosione a tuffo FANUC ROBOCUT ⍺ OC
shape
Eseguire
Macchina per elettroerosione a tuffo AGIE AGIETRON INTEGRAL 2
shape
Eseguire
Macchina per elettroerosione a tuffo AGIE Agietron Integral 2
shape

Speciale sottotipo del procedimento standard di elettroerosione (basato sull'asportazione di truciolo), processo tra i più diffusi nell'ambito delle lavorazioni metalliche, l'elettroerosione a tuffo rappresenta una particolare applicazione finalizzata a conferire al pezzo una forma complementare all'elettrodo utilizzato come utensile. L’erosione a tuffo avviene tramite impiego di elettricità: nella zona di lavorazione ogni scarica crea un cratere nel pezzo e un impatto sull'utensile, senza realizzare un contatto meccanico tra l'elettrodo e il pezzo. L'elettrodo è molto spesso in rame o in grafite.

  • Ampia diffusione nel settore dei metalli
  • Basata sul procedimento "a stampo"
  • Prodotti altamente rifiniti
Qualità Grandi offerte Assistenza diretta

L'elettroerosione a tuffo è dunque una delle più recenti evoluzioni del processo di base di elettroerosione, introdotto negli anni '40 dalla coppia dei coniugi sovietici Lazarenko nel corso di esperimenti su contatti elettrici che li portarono alla scoperta della capacità erosiva delle scariche sui metalli.

Basate sul procedimento della tecnica a "stampo", le macchine di elettroerosione a tuffo consentono dunque di ottenere pezzi metallici della forma desiderata in base a quella appartenente all'elettrodo utensile. Questo particolare processo di lavorazione a tuffo è particolarmente utilizzato ad esempio nella produzione di stampi a iniezione per pezzi in plastica.

VIDEO: Elettroerosione a tuffo

Nella prima fase del processo di lavorazione viene creato un elettrodo (negativo), mentre nella successiva si procede all'elettroerosione del pezzo attraverso lo stesso elettrodo, per ottenerne la forma corrispondente in positivo.

Qualsiasi materiale metallico conduttore rappresenta il destinatario ideale della lavorazione tramite elettroerosione a tuffo. In particolare, tale processo si presta ottimamente alle lavorazioni su materiali già trattati termicamente, così come alla produzione di prodotti altamente rifiniti difficilmente realizzabili attraverso il normale procedimento con asportazione di truciolo. Solitamente, l'elettroerosione a tuffo si realizza senza che si verifichi un contatto meccanico diretto tra il pezzo e l'elettrodo, che il più delle volte è costituito da rame o grafite. La forma viene conferita al pezzo in lavorazione attraverso scariche elettriche che producono asportazione di materiale nel pezzo stesso, di contro a un effetto di usura sull'elettrodo.

Il settore di impiego per l'elettroerosione a tuffo spazia dall'industria medica a quella di alta precisione dell'orologeria, accomunate dall'esigenza di componenti altamente specializzati e anche miniaturizzati. Tecnologicamente all'avanguardia, le macchine industriali per elettroerosione a tuffo rappresentano una garanzia di qualità per tutti gli imprenditori la cui attività richieda parametri produttivi particolarmente esigenti in fatto di stampi e componentistica. I macchinari più evoluti sono concepiti per un'elevata automazione del procedimento, con grandi vantaggi in termini di tempo e resa di uniformità del prodotto lavorato. Non mancano neppure macchine per elettroerosione a tuffo "speciali", con particolari caratteristiche delle vasche di lavoro - alcune suddivisibili in più parti - che ben si adattano a lavorazioni di stampi, iniezione plastica ed estrusori, o grandi pezzi sottoposti a trattamento termico.

Ottime macchine per elettroerosione a tuffo sono disponibili sul mercato dell'usato dei macchinari industriali a marchio ONA, MITSUBISHI, AGIE-CHARMILLES o AGEMA. Acquistare una macchina per l’elettroerosione a tuffo usata significa ottenere un prodotto industriale a prezzo contenuto, senza rinunciare alla qualità. Su Surplex sono spesso presenti offerte per chi fosse alla ricerca di macchine per le elettroerosioni a tuffo usate.