Novità in arrivo! Il sito web di Surplex presto si presenterà in una nuova veste grafica...
Mostra sulla mappa

Manipolatori usati

Manipolatori, pinze, sollevatori – Spostare grandi pesi 2 Articoli
Categorie
Dimensioni (l x p x a) 2.500 x 1.000 x 3.000 mm
Anno di produzione 2018
Peso appross. 1.000 kg
Articolo disponibile da immediately
Termini di consegna FCA Písek, caricato su camion
Písek Repubblica Ceca, 397 01 Písek
18/10/2022 09:24
0 offerte
1.900 €
Fai l’offerta
Fai l’offerta
Dettagli
Dimensioni (l x p x a) 7.500 x 3.500 x 1.500 mm
Anno di produzione 2013
Peso appross. 9.000 kg
Articolo disponibile da immediately
Termini di consegna FCA Etten-Leur, caricato su camion
Etten-Leur Paesi Bassi, 4873 LA Etten-Leur
Richiedi un'offerta
su richiesta
Richiedi un'offerta
Dettagli

Il termine "manipolatore" si riferisce alla parte visibile del braccio di una macchina robotizzata. I robot industriali dominano al giorno d'oggi una gran parte della produzione in serie. Robot industriali vengono utilizzati per ripetere con precisione attività standardizzate, per spostare carichi pesanti e per svolgere lavori in settori a rischio alto.

  • Si tratta delle parti visibili di un braccio robotico
  • Controllo manuale dei manipulatori
  • Utilizzati per lavori pesanti e pericolosi
Qualità Grandi offerte Assistenza diretta

I manipolatori sono macchine a controllo manuale. Ciò li distingue dai robot industriali, che al contrario vengono programmati per ripetere serialmente operazioni standardizzate. Ogni robot industriale può essere però controllato anche manualmente: la differenza con i manipolatori è di conseguenza in molti casi assai difficile da determinare.

I manipolatori vengono impiegati per svolgere lavori là dove non sia sufficiente la forza umana o si presentino rischi elevati per il lavoratore. I bracci teleguidati dei robot possono eeguire numerose operazioni. Trovano largo impiego nelle fonderie, dove vengono utilizzati per posizionare, caricare e spostare pesanti pezzi di metallo fuso. I manipolatori utilizzati nelle fonderie o in altri settori dell'industria pesante sono particolarmente massici e dotati di pesanti piedistalli. Altri tipi di manipolatore industriale sono impiegati nel settore delle tecniche nucleari e di laboratorio, dove facilitano il lavoro con materiali pericolosi. Lavorare con un manipolatore non richiede una formazione specifica. Un addestramento intensivo è tuttavia necessario. Operatori non specializzati possono lavorare con i manipolatori solo dopo aver avuto il tempo necessario per imparare a controllare i movimenti della macchina. Un utilizzo maldestro del manipolatore può essere fonte di rischio sia per l'uomo che per la macchina. Il movimento e il controllo del manipolatore sono molto simili a quelli di una scavatrice. È consigliabile familiarizzare con il funzionamento di queste macchine a cielo aperto, prima di utilizzarle all'interno di uno spazio chiuso.

Nel sistema produttivo contemporaneo la presenza della robotica industriale è sempre più marcata, anche grazie alla crescente varietà di modelli di manipolatori industriali che rispondono al meglio alle esigenze aziendali: i più diffusi sono quelli meccanici che, con la loro precisione, silenziosità e rapidità, aumentano notevolmente gli standard produttivi e soprattutto qualitativi.

Accanto a questi, ci sono modelli ben più specifici: i manipolatori pneumatici, ad esempio, sono perfetti per la movimentazione di macchinari mentre quelli a bracci di manipolazione snodati sono indicati per il movimento di manufatti aventi il baricentro fuori asse rispetto all'asse verticale del braccio manipolatore.

La versatilità è il punto di forza dei modelli idraulici: se dotati di una sonda all'estremità, questi manipolatori sono utili per il prelievo di materiale campione contenuto nei cassoni di camion o in contenitori (operazione molto comune in ambito agricolo) oppure possono possono equipaggiati di testata magnetica qualora il materiale sia di tipo ferroso.

Nei settori alimentare, farmaceutico e del packaging si rivelano utili quelli cartesiani, progettati per muoversi sui tre assi X, Y e Z, mentre per la presa e la movimentazione dei sacchi e dei bidoni, l'ideale è un modello a ventosa. Nelle aziende dove, invece, si fa ampio utilizzo di barili, esistono sul mercato i manipolatori industriali per fusti, in grado di ottimizzare i tempi di movimentazione. Infine, all'interno di capannoni dove l'area da coprire durante la lavorazione è ampia, i manipolatori elettrici sono una soluzione caldamente consigliata, magari combinata con i rotanti, che descrivono un circuito di funzionamento.

Nella maggior parte dei casi è possibile riutilizzare manipolatori già usati dopo un'accurata revisione. Il punto debole di queste macchine, indipendentemente dal modello, sono i cuscinetti. Questi devono essere controllati attentamente e sostituiti se necessario. I manipolatori per carichi pesanti sono di norma azionati idraulicamente. Anche il sistema ad azionamento idraulico deve essere sottoposto a regolare revisione. Nel campo dei manipolatori esiste un gran numero di aziende specializzate nella messa a nuovo dei macchinari usati. Gli aggiornamenti riguardano in particolare i sensori. L'utilizzo di modelli di manipolatori usati consente anche alle piccole e medie imprese di riorganizzare la produzione in maniera più efficiente.

All'interno del nostro marketplace dei macchinari usati è spesso possibile trovare un manipolatore industriale adatto alle più diverse esigenze di lavorazione. Le imprese leader nella fabbricazione di manipolatori di tipo multibracci sono: ANDROMAT, ATIS, ABB, DALMEC, FANUC, PANA ROBO, KUKA e MOTOMAN.

Articoli osservati di recente Mostra tutti gli articoli visualizzati

Articoli osservati
Elemento rimosso. Disfare