Pialle a filo usate

4
PIalle a filo per superfici in legno ultra liscie
Categorie
Azzerare i filtri Mostra gli articoli
Mostra sulla mappa Visualizza
COMAG Jointer
shape
Germania, 97076 Würzburg
COMAG Jointer
Piallatrice CASOLIN
shape
Serbia, 12000 Požarevac
Piallatrice CASOLIN
Pialla Casolin
shape
Serbia, 12000 Požarevac
Pialla Casolin
Venduto
Pialla a filo MINI MAX FORMULA 1
shape
Italia, 31053 Pieve di Soligo
Pialla a filo MINI MAX FORMULA 1

Una pialla a filo è composta da un piano di lavoro, generalmente in ghisa, al centro del quale è montato un albero porta-coltelli, che può ospitare due o più lame. Il piano di lavoro è diviso in due parti - un piano di entrata e un piano di uscita. Il piano d'uscita, non regolabile, corrisponde alla superficie da piallare (circonferenza di taglio). La piallatura del pezzo in lavorazione avviene al centro del piano di entrata, regolabile in altezza.

  • Sono disponibili diversi modelli di alberi porta-coltelli
  • Facilità di regolazione e di scomposizione
  • Specializzata nella produzione di travi squadrate e levigate su entrambi i lati
Qualità Grandi offerte Assistenza diretta

Si distinguono vari tipi di alberi porta-coltelli: lardoni conici, sistemi tersa e porta-coltelli per coltelli a spirale. I coltelli di un set devono essere identici, per evitare squilibri di rotazione. Un sistema di protezione impedisce che la mano dell'operatore entri inavvertitamente in contatto con l'albero rotante. A seconda dell'anno di costruzione, le macchine sono dotate di tre diversi tipi di dispositivi di sicurezza. Il riparo a tapparella consiste di un numero di ribalte di legno fissati con cerniere. Il riparo imperniato ruota al contatto con il fianco del pezzo in lavorazione e sblocca l'albero della pialla. Il dispositivo più moderno e sicuro è il riparo a ponte. Quest'ultimo ripara sempre l'albero pialla e si solleva solamente su spinta del pezzo in lavorazione.

La pialla a filo viene utilizzata per il primo trattamento di travi in legno grezzo, che vengono levigate, una dopo l'altra, su entrambe le superfici. Effettuata questa operazione, la trave può essere ulteriormente lavorata con la pialla a spessore.

L'origine della pialla risale al tredicesimo secolo a.C.. Raffigurazioni e pitture murarie egizie mostrano falegnami intenti a piallare. Nel corso del tempo si svilupparono diversi tipi di pialle in relazione alle diverse fasi della lavorazione del legno, dalla levigatura iniziale fino alla realizzazione di incavi e scanalature. La pialla a filo, in particolare, è specializzata nella fabbricazione di travi squadrate, levigate su entrambi i lati. Poiché l'albero pialla compie un movimento rotatorio sul pezzo in lavorazione, si tratta in realtà, più precisamente, di un processo di fresatura.

Una pialla a filo entra in azione laddove assi, tavole e travi debbano essere raddrizzate. Legnami imbarcati o deformati dal vento vengono spianati e trasformati in superfici lisce. Il processo di lavorazione prosegue poi solitamente con l'impiego della pialla a spessore. Per questo motivo il mercato offre alcuni modelli integrati di pialle a filo-spessore, facilmente scomponibili. Questa opzione offre notevoli vantaggi anche a livello di risparmio di spazio. Una pialla a filo e spessore è pertanto il macchinario professionale ideale per lavorare gli spessori del legno in formato pannello o massello.

Macchine a lunga vita, le pialle a filo si mantengono in ottimo stato anche dopo un lungo utilizzo. Il marketplace dell'usato di Surplex include modelli di pialle a filo di altissima qualità, fornite da ditte rinomate quali KÖLLE, MARTIN, SCHEPPACH, SICAR e macchine del gruppo SCM. Scegliere una pialla a filo usata significa poter unire efficienza, sicurezza ed alte prestazioni, ad un prezzo che si adatta ad ogni necessità. Durante la lavorazione di qualsiasi pialla a filo, si raccomanda di seguire le norme di sicurezza.