Presse ad iniezione

Produttore

Tipo di vendita

Stato del macchinario

Ubicazione

Presse ad iniezione

8 macchinari trovati
Ordina per
Nome
Nome
Ubicazione
Ubicazione
Numero di offerte
Numero di offerte
Offerta corrente
Offerta corrente
Chiusura
Chiusura
Visualizza:
 
macchinari / pagina
Pressa ad iniezione WINDSOR 1000-2890
Kirchen
su richiesta
in qualsiasi momento
Pressa ad iniezione WINDSOR W 550 - 28
Bad König
su richiesta
in qualsiasi momento
Pressa ad iniezione WINDSOR HSI 330-200
Kirchen
su richiesta
in qualsiasi momento
Pressa ad iniezione BATTENFELD BKT 3500/1900
Kirchen
su richiesta
in qualsiasi momento
Pressa ad iniezione ENGEL E-MOTION 200/100 Plastic
Duisburg
0 Offerte
12,500 €
16/12/2016;13:32
Pressa ad iniezione ARBURG ALLROUNDER 470V-2000-675
Kirchen
su richiesta
in qualsiasi momento
Pressa ad iniezione DEMAG Ergotech system 150/475-610
Duisburg
0 Offerte
12,000 €
concluse
Pressa ad iniezione ENGEL ES 200/80 HL Plastic
Duisburg
1 offerta
4,500 €
16/12/2016;13:31
Scopri nuove offerte in questa categoria direttamente via e-mail.

Presse ad iniezione usate all'asta su Surplex a prezzi competitivi

Indice

  1. Che cosa fa una pressa a iniezione?
  2. Come funziona una pressa a iniezione?
  3. Lavorare con una pressa a iniezione
  4. Marche e produttori di macchine per stampaggio ad iniezione
Macchina per stampaggio ad iniezione usata - Vista complessiva

Che cosa fa una pressa a iniezione?

Le presse a iniezione sono, accanto alle termoformatrici, i macchinari centrali per la fabbricazione di prodotti in plastica. Grazie alle termoformatrici vengono realizzati tutti i tipi di oggetti in plastica. Le presse ad iniezione sono sistemi molto complessi, con particolari esigenze per quanto riguarda il funzionamento, la manutenzione e l'installazione.

  • Adatto per la lavorazione dei prodotti in plastica
  • Produzione di materiali diversi
  • Speciali requisiti di funzionamento e manutenzione
check1 Qualità check2 Grandi offerte check3 Assistenza diretta

Come funziona una pressa a iniezione?

Una macchina per iniettofusione è costituita da cinque componenti: una vite punzonante con alimentazione del materiale, una valvola di non ritorno, un gruppo di iniezione, un'unità di spinta e di espulsione. La vite punzonante trasporta il materiale granulato plastico dal serbatoio per il materiale verso il gruppo di iniezione, attraverso la valvola di non ritorno. Qui, le particelle di granulato, grazie all'attrito tra loro e ad un dispositivo di riscaldamento supplementare, si riscaldano in misura tale da trasformarsi in un impasto caldo. Questo, tramite il gruppo di iniezione, viene iniettato ad alta pressione nello stampo, in cui l'impasto si raffredda in pochi secondi. L'unità di spinta separa le due metà dello stampo.
Pressa ad iniezione KLÖCKNER-FERROMATIC
Il prodotto finito viene separato dallo stampo tramite l'unità di espulsione e viene collocato in un apposito contenitore per il materiale, per l'ulteriore elaborazione. Poiché i canali di iniezione dello stampo vengono riempiti di plastica che indurisce velocemente, nel processo di iniettofusione si ha sempre una certa quantità di rifiuti. Gli stampi moderni permettono, nel corso di tale operazione, di separare i canali di iniezione dal prodotto finale, in modo da raccogliere i rifiuti in un contenitore separato.

Lavorare con una pressa a iniezione

Le presse a iniezione sono azionate elettricamente e idraulicamente. Inoltre, nell'area attorno alle viti punzonanti la temperatura è molto alta. Ciò rende la manutenzione di una pressa a iniezione molto complessa e talvolta pericolosa. La manutenzione, la programmazione e impostazione di una pressa a iniezione sono riservate a professionisti appositamente addestrati. Ci sono vari parametri - come la pressione di iniezione , la temperatura o il tempo di permanenza del prodotto nello stampo - che devono essere perfettamente coordinati . In caso contrario, si ottengono prodotti scadenti o una lavorazione inefficiente. Il funzionamento di una pressa a iniezione può essere guidato manualmente o in modo completamente automatico. Per la rimozione manuale dei pezzi, sono sufficienti degli assistenti.
Macchina per iniettofusione usata - Dettaglio
L'uso di un robot di rimozione automatizzato è però da prendere in considerazione. La rimozione manuale dal pezzo dallo stampo implica che l'operatore operi mentre la macchina è in funzione; gli stampi vengono pressati l'uno contro l'altro con una forza di pressione di vari Mega- Newton, il che può causare gravi lesioni. Pertanto, nelle presse a iniezione azionate manualmente, il macchinario viene controllato completamente dall'operatore: prima dell'avvio del processo di iniettofusione è necessario attivare alcuni sistemi di sicurezza - solitamente una cappa di protezione - e ciò implica un allungarsi del processo di produzione, con un'ulteriore operazione. L'impiego di un robot di rimozione può quindi contribuire notevolmente ad aumentare l' efficienza e rappresenta un utile investimento.

Marche e produttori di macchine per stampaggio ad iniezione

Le macchine per stampaggio ad iniezione sono diffuse a livello internazionale e numerosi produttori si sono specializzati nella produzione di queste macchine. La gamma di presse a iniezione disponibili è quindi molto ampia. I produttori più noti sono: ARBURG, BOY, ENGEL, KRAUSS MAFFEI e STORK. L'acquisto di una macchina per stampaggio ad iniezione plastica di nuova costruzione può essere particolarmente oneroso per un'impresa, per questo è bene considerare l’acquisto di una pressa usata. Se siete alla ricerca di presse ad iniezione usate potete trovarne di questi ed altri marchi presso il nostro Marketplace online dei macchinari usati.


Macchina per stampaggio ad iniezione di seconda mano
Torna su