Rettificatrici per interni usate

6
Per rettificare l'interno degli elementi cilindrici
Categorie
Azzerare i filtri Mostra gli articoli
Mostra sulla mappa Visualizza
Rettificatrici in tondo per interni BUDERUS CNC 335
shape
Rettificatrici in tondo per interni BUDERUS CNC 335
shape
Rettificatrici in tondo per interni BUDERUS CNC 335
shape
SCHAUDT IPS 750 Internal and surface grinding machine
shape
Rettificatrici in tondo per interni BUDERUS CNC 335
shape
Eseguire
Rettificatrice per interni/superfici BUDERUS CNC 335
shape

Le rettificatrici per interni (o le rettificatrici in tondo per interni) concedono alle superfici interne delle forature, dei cuscinetti di rotolamento, dei corpi cilindrici ecc. un’affilatura precisa. Questa forma speciale di rettificatrici dispone per lo più di mandrini girevoli. Durante una lavorazione di rettifica in tondo per esterni, così come anche nella rettifica per interni, vengono individuati due tipi di percorsi: la rettifica longitudinale e quella trasversale. Le rettificatrici per interni sono utilizzate soprattutto nella produzione in serie. Una vasta diffusione hanno le macchine universali, con le quali è possibile eseguire entrambe le operazioni di rettifica. Su Surplex potete trovare rettificatrici per interni usate, sia quelle convenzionali che quelle CNC, di produttori leader come ad esempio VOUMARD, STUDER ed altri - alta qualità a prezzo conveniente!

La rettificatrice per interni permette la lavorazione di parti cilindriche, nella superficie interna. Per specificare meglio il tipo di lavorazione, si parla solitamente anche di rettificatrici in tondo per interni. Sono disponibili, in ogni caso, anche macchine rettificatrici in tondo per esterni con dispositivo per rettifica per interni, che permettono di lavorare i pezzi in un unico serraggio, e di realizzare, per esempio, cuscinetti divisi esterni e cuscinetti a sfera interni perfettamente concentrici tra loro. Oltre alla convenzionale versione di rettificatrice per interni, è disponibile quella a controllo numerico computerizzato.

 Qualità   Grandi offerte   Assistenza diretta

Le macchine rettificatrici per interni hanno tipicamente un mandrino di rettifica diversamente orientabile. La struttura di base della macchina è composta da un montante principale robusto, che riduce le vibrazioni, che accoglie tutte le componenti del macchinario. Il blocco dell'albero mandrino, con il mandrino principale, avvia la trazione del pezzo, il quale viene fissato tramite un tenditore magnetico o tradizionale. Inoltre, vengono impiegati anche manicotti di pressione. Il mandrino di rettifica permette l'azionamento dell'unità di rettifica ed regolabile grazie ad un carrello, per effettuare la rimozione del materiale. La maggior parte delle macchine a controllo numerico computerizzato hanno un sistema di rilevazione di collisione. Il processo di rettifica dei pezzi viene realizzato dalle rettificatrici a secco oppure con un'appropriata refrigerazione. Il sistema di raffreddamento garantisce anche una buona rimozione dei trucioli e quindi assicura superfici accurate. La precisione di lavorazione di queste macchine è al centesimo di millimetro. In tal modo, è possibile realizzare anche fori con filettature precise, senza problemi.

Rettificatrice per interni - dettaglio

In generale, le prime rettificatrici erano alimentate a mano o a pedale. Le prime vere e proprie macchine rettificatrici per interni si sono affermate nel XIX secolo, quando l'industrializzazione rese necessarie lavorazioni precise, soprattutto per quanto riguarda le superfici interne temperate. La tecnologia dei macchinari si è costantemente migliorata e, con lo l'avvento dei computer, fu possibile sviluppare macchine di rettifica per interni a controllo numerico.

Questa macchina altamente produttiva garantisce una continua misurazione dei valori attuali e di riferimento per i pezzi in lavorazione. L'usura degli utensili - a causa della rettifica naturale durante il processo di lavorazione, o di speciali operazioni di rettifica con testa di diamante - viene automaticamente compensata dalla macchine moderne nel corso della lavorazione. In tal modo, viene assicurata anche la precisione di riproduzione nella produzione di serie. In Germania, le prime macchine rettificatrici si sono affermate intorno all'inizio degli anni Trenta. All'inizio degli anni ottanta sono arrivate anche le prime rettificatrici a controllo numerico. Alla fine degli anni Ottanta comparirono sul mercato le prime macchine di rettificatrici con controllo a 5 assi. Macchine moderne offrono prestazioni elevate in uno spazio ridotto.

Le rettificatrici interne vengono usate soprattutto nella lavorazione di parti cilindriche temprate - come boccole, boccole di guida per espulsori di stampati nello stampaggio e pezzi simili. A seconda della struttura della macchina, è possibile effettuare in un unico serraggio la lavorazione esterna ed interna, come nel caso delle macchine rettificatrici universali. Ciò riduce il tempo di ciclo e migliora la precisione delle superfici prodotte. Per quelle lavorazioni ad alta precisione, per le quali i torni hanno dei limiti, le macchine rettificatrici per interni assicurano un risultato ottimale.

Alcune dittre produttrici di macchinari si sono specializzate nel campo delle rettificatrici per interni. Tra queste possiamo ricordare WMW, UVA, VOUMARD, KELLENBERGER, ABA, e HAAS.